Cuffie Wireless

Recensione – Xiaomi AirDots

Scritto da 2 Ottobre 2019 Non ci sono commenti

Design

Una cosa per cui devo davvero applaudire Xiaomi in generale è l’estetica elegante che sembra applicare a tutti i dispositivi che realizza. Essendo in plastica, risultano abbastanza leggeri da essere quasi impercettibili durante l’utilizzo.  La forma degli auricolari a mio parere è parecchio azzeccata, in quanto, si infilano bene nell’orecchio e da li non si muovono. Insomma, queste AirDots, come del resto molti dei prodotti Xiaomi in quanto a design non hanno da imparare da nessuno.

Qualità costruttiva

La custodia è costruita in plastica ma piacevole al tatto ed a prima impressione abbastanza robusta. Odio il fatto che la custodia sia caricata tramite microUSB anziché tramite USB-C. Tuttavia, ci si aspettava dal prezzo di queste cuffie. Quindi, come in quasi tutte le parti di questa recensione, posso perdonarlo molto più facilmente.

La prova

Xiaomi dichiara che gli auricolari sono a prova di schizzi e non ti mentirò dicendoti che li ho testati in palestra o in una corsa mattutina poichè il mio utilizzo è molto più statico e sedentario (purtroppo) ma in ogni caso è una buona notizia per chi queste attività le pratica in quanto non ha alcun problema di sorta con sudore o pioggia.

Il processo di accoppiamento iniziale è piuttosto indolore, non esiste un’app dedicata, si va nelle impostazioni Bluetooth del tuo dispositivo e le si accoppia – stop.

Una piccola stranezza che noterai sicuramente è che il tuo telefono potrebbe riconoscere separatamente l’auricolare destro da quello sinistro ma è bastato connettertene uno e l’altro si è accoppiato automaticamente.

Non ho notato in alcun modo problemi di accoppiamento, ogni qualvolta tiravo fuori gli auricolari dal loro box di ricarica si connettevano in completa autonomia allo smartphone e al contrario quando li mettevo sotto carica si disconnettevano.

Parliamo dei controlli. Ecco, qui sono molto dispiaciuto, nel senso che, ero davvero entusiasta del fatto che non avessero i controlli touch ma un tasto fisico così da evitare inutili falsi tocchi quando ad esempio spostiamo l’auricolare ma il tasto fisico e veramente TROPPO fisico, per poter impartire un comando bisogna premere abbastanza energeticamente e questo in molte occasione potrebbe risultare fastidioso.  In ogni caso, i comandi sono ben distribuiti: un singolo clic mette in pausa tutto ciò che è attualmente in riproduzione, doppio clic attiva l’Assistente Google su telefoni Android e Siri su iPhone.

Ora però parliamo di suono. Questa è un area dove gli AirDots si destreggiano abbastanza bene soprattutto paragonandole al loro prezzo. Il suono risulta essere gradevole e pulito e anche se c’è un importante carenza nei bassi, gli alti ed i medi si comportano molto bene, difatti sono nitidi e chiari mentre i medi sono ben conservati anche al massimo volume

Gli AirDots Redmi hanno dei driver da 7,2 mm e possono davvero generare un livello di suono decente considerando il fattore di forma compatto.

Guardando video su Youtube, ho notato un lievissimo ritardo nell’audio (nulla di fastidioso) che stranamente non sono riuscito a vedere con Netflix o Amazon Prime Video. Non sono sicuro se questo possa dipendere da un problema con YouTube.

Per quanto riguarda le chiamate vocali, invece è tutto un altro discorso.

Come tutti gli auricolari di fascia medio bassa soffrono molto il rumore esterno e il nostro interlocutore non sentirà in maniera pulita e nitida la nostra voce a meno che non ci troviamo in un luogo abbastanza silenzioso.

Batteria – Inaspettata è l’unica parola che riassume la mia intera esperienza con gli AirDots, la durata della batteria da 300 mAh che montano non richiede molto tempo per ricaricarsi, impiega circa 20 minuti per ricaricarsi completamente con un caricatore a ricarica rapida. Ogni auricolare ha una durata di riproduzione di circa quattro ore e ciò viene esteso dal piccolo vano batteria che è in grado di caricare gli auricolari per appena tre volte.

Per quanto riguarda il comfort quotidiano, riesco a gestire due o tre ore buone di riproduzione prima di doverle rimuovere.

Lo consiglio?

Ho acquistato Xiaomi Redmi AirDots per un capriccio dopo averne sentito parlare online. Sono sinceramente contento di averlo fatto, poiché per meno di € 35 mi sono ritrovato con un paio di auricolari wireless che mi hanno piacevolmente colpito. Sì, il suono non è rivoluzionario, è sicuramente meno potente di molte sue cuffie di pari livello ma comunque abbastanza pulito ed equilibrato.

Quindi non posso che consigliarvi questo paio di auricolari anche perchè sono accessibili ad un prezzo davvero vantaggioso.

Antonio Loi

Antonio Loi

Appassionato da sempre di tutto quello che è Tecnologia, la mia prima passione assoluta quando avevo circa 20 anni è stato il Computer. Dopo un pò di tempo è subentrata anche la passione per smartphone, Tablet e tutti ii gadget del settore technology.